Categoria: carte di debito

Problemi con le carte di debito Bitcoin – cosa c’è dietro?

Da ieri sera diversi siti riferiscono che ci sono problemi con i pagamenti con carte di debito Bitcoin come Bitwala, TenX, problemi Mobi – cosa c’è dietro.

Bitcoin carte di debito sono molto popolari perché sono facili da usare come mezzo di pagamento in qualsiasi luogo di accettazione delle carte di debito. Di conseguenza, le carte di vari fornitori come Bitwala, TenX e BitPay sono ampiamente accettate da persone che vedono Bitcoin non solo come un negozio di valore, ma come un vero e proprio mezzo di pagamento.

Affinché tali carte di debito possano essere utilizzate come altre carte, i loro fornitori devono collaborare con i fornitori di servizi di carte di credito.

VISA e MasterCard sono le due maggiori aziende, per questo motivo la collaborazione con loro è un’opzione

Naturalmente, questo porta ad una dipendenza da questi fornitori di servizi da parte delle aziende che gestiscono le carte di debito Bitcoin. Questa dipendenza è diventata un grosso problema, così Bitwala ha fatto una dichiarazione a BTC-ECHO:

“La decisione odierna di Visa è un chiaro segno che i fornitori di servizi finanziari tradizionali non sono interessati a contribuire alla crescita dell’industria e dell’economia della crittografia. In questo momento, i nostri clienti sono la nostra massima priorità e stiamo lavorando per aiutare gli utenti interessati”.

Ma Bitwala non è solo con questi problemi di Bitcoin code

Anche TenX sembra essere interessato. Questa mattina hanno scritto che i pagamenti con la carta Bitcoin code non sono attualmente possibili. Si riferiscono a discussioni con la banca emittente WaveCrest, responsabile per le carte di debito Bitcoin europee. In un recente annuncio, Julian Hosp, CEO di TenX, ha dichiarato che Visa WaveCrest ha revocato la licenza per attivare le carte. Tuttavia, questo problema non dovrebbe essere drammatico; dopo tutto, TenX è alla ricerca di una nuova banca emittente da tempo. Tutto sommato, sembra che ci sia un problema tra Visa e WaveCrest. La misura in cui il coinvolgimento delle valute criptate gioca un ruolo non può essere valutato al di là di ogni dubbio in questo momento.

BitPay ha scritto una dichiarazione più lunga secondo la quale la BitPay Card non può essere utilizzata al di fuori degli Stati Uniti. BitPay attribuisce i problemi anche al provider WaveCrest, che è stato ordinato da Visa di bloccare tutti i conti di debito Visa. Tuttavia, si spera che il fornitore americano di carte di debito Bitcoin stia concludendo il suo annuncio:

“Ci aspettiamo di tornare presto nel vostro paese. Come parte del nostro impegno nei confronti degli utenti della BitPay Card, vi invieremo un’e-mail quando la BitPay Card sarà nuovamente disponibile nel vostro paese”.

Addendum: La redazione di BTC-ECHO ha ricevuto un commento dall’ufficio stampa di VISA Deutschland:

“La decisione del visto si riferisce solo a WaveCrest e in nessun caso all’intera industria della crittografia o all’economia della crittografia. Possiamo confermare che il contratto di licenza Visa sarà risolto con WaveCrest e tutti i programmi di carte Visa saranno interrotti con WaveCrest. Visa si impegna a garantire la sicurezza del suo sistema di pagamento. Il rispetto delle norme in materia di visti è essenziale per garantire la sicurezza e l’integrità del sistema di pagamento dei visti. I programmi delle carte dei nostri emittenti devono essere conformi alle nostre condizioni di licenza e a tutte le leggi applicabili”.